top of page
  • Maurizio Polverini

Storia di Cocktail: #7 Mojito: storia e ricetta che viaggiano nel tempo

Aggiornamento: 10 feb

Ho deciso di aprire questa piccola rubrica sui cocktail per raccontarvi le storie legate ad alcuni dei drink che, ad oggi, siamo abituati a bere. Quando parliamo delle storie dei cocktails, difficilmente possiamo mettere la mano sul fuoco che esse siano vere al 100%, ma da un lato, vi dirò, è preferibile così. Questo blog nasce anche per essere trasportati dalle leggende.

Benvenuti a "Storia di Cocktail", se cercavi come preparare un mojito, la sua storia e la ricetta, sei nel posto giusto.


Scopri tutte le ricette e le storie dei cocktail più famosi con l'app gratuita The Bartender, disponibile per Android ed Apple.

storia cocktail mojito ricetta come preparare
Un perfetto esemplare di mojito


La Storia del Mojito e la sua ricetta.


Gli inizi


ll Mojito è sicuramente uno dei cocktail più conosciuti e amati al mondo e, come vedremo fra poco, ha una storia ricca e affascinante che affonda le sue radici nei secoli passati. La sua origine ancora oggi è avvolta da un velo di mistero, ma molte di queste leggende indicano un'isola caraibica come luogo di nascita.



Seguendo le leggende appunto, si pensa che il Mojito abbia avuto origine nell'isola di Cuba, stiamo più o meno nel XVI secolo. La storia vuole che i pirati e i marinai spagnoli bevessero in grandi quantità una bevanda a base di aguardiente, una sorta di rum primitivo, miscelato con zucchero, lime e menta. Questa bevanda, sebbene rudimentale rispetto al Mojito che siamo abituati a vedere oggi, costituiva il punto di partenza per la sua evoluzione durata decenni e che ha coinvolto numerosissimi barman in tutto il mondo.

Il nome "Mojito" deriverebbe dalla parola spagnola "mojo," che significa incantesimo o piccolo trucchetto. Questo cocktail, infatti, divenne popolare come rimedio per alleviare i sintomi dell'influenza e come elisir rivitalizzante.

Durante gli anni, la ricetta del Mojito è stato raffinata e perfezionata, diventando un cocktail apprezzato in tutto il mondo.


 
 

La svolta


Un momento cruciale nella storia del Mojito si è verificato durante il Proibizionismo negli Stati Uniti (periodo che va dal 1920 al 1933), quando molti americani in cerca di alcol, non importava la qualità, fuggivano a Cuba, portando con sé il desiderio di cocktail rinfrescanti ed il loro pesante portafogli. Il Mojito divenne così parte integrante della scena cocktail cubana, godendo di popolarità internazionale grazie anche al suo sapore rinfrescante e distintivo che attirava una popolazione abituata a bere bevande forti come il whisky.

L'influenza del Mojito è perdurata nel tempo fino ad oggi, diventando un simbolo soprattutto in estate, della freschezza e dello stile di vita tropicale.

Celebrità, scrittori e artisti hanno contribuito a far crescere la sua fama, rendendolo ancora oggi un'icona della mixologia.

Sei pronto per la ricetta?




La ricetta: come preparare un mojito.


La ricetta classica del Mojito prevede l'utilizzo di rum bianco o ambrato (se non avete l'Havana 3, quest'altro brand va benissimo), zucchero, lime, soda e, naturalmente, foglie di menta fresca, possibilmente hierbabuena (se siete un fan dell'homemade, questa è una delle soluzioni che preferisco). La preparazione è un'arte che richiede una cura certosina per ottenere il giusto equilibrio di sapori all'interno del cocktail, in modo che non risulti né troppo dolce, né troppo aspro.

Nel corso degli anni, alcuni barman hanno sperimentato varianti variopinte, introducendo frutta fresca o altri ingredienti per creare versioni uniche del classico cocktail, pensate che sono così tante che ci hanno scritto anche un libro intero dedicato alle varianti (ottimo come regalo se conoscete qualche interessato!).

In sintesi, il Mojito rappresenta ad oggi una fusione di culture diverse, una forte tradizione e una lunga storia: il tutto si mescola perfettamente all'interno di un bicchiere, creando una bevanda fresca e vivace condita da spirito cubano e note tropicali.

Si, ma come si realizza nello specifico?

Continua a leggere, ci siamo quasi..

 

Forse ti può interessare (apre una nuova pagina):

Ritardi dei propri dipendenti, ecco un QR Code per risolvere il problema
 

Preparazione


Per la realizzazione consiglio sempre di fornirsi un piccolo kit da barman casalingo come questo in offerta su Amazon.

A proposito di offerte Amazon, se ancora non lo hai fatto, unisciti al nostro gruppo segreto su Telegram di errori prezzo, offerte lampo e sconti di Amazon!



Ingredienti


Ricorda sempre che puoi modificare la ricetta in base ai tuoi gusti personali e adattarla al meglio per te. Se il tuo scopo è quello di preparare un mojito a casa, la cosa più giusta da fare è quella di farlo a tuo gusto personale.


  • 50 ml di rum bianco

  • 1 cucchiaino di zucchero bianco, (non di canna!!!)

  • 8 foglie di menta fresca

  • 1 lime (tagliato a spicchi) oppure mezzo succo di lime spremuto

  • Ghiaccio tritato e a cubetti

  • Soda water (acqua tonica o seltz)

  • Rametto di menta per guarnire

  • Opzionale: una fettina di lime per decorare, meglio se essiccata (a mio gusto personale, per essiccare uso questo essiccatore alimentare e mi trovo molto bene)


Ricetta:


  1. Inserisci il lime a spicchi e lo zucchero nel bicchiere

  2. Utilizza un pestello per estrarre il succo del lime pestando dolcemente gli ingredienti nel bicchiere

  3. Aggiungi le foglie di menta (la menta non va pestata)

  4. Aggiungi il rum bianco o ambrato al bicchiere.

  5. Se puoi, aggiungi due cubetti di ghiaccio normale per poi riempire il bicchiere con il ghiaccio tritato.

  6. Completa il cocktail con la soda water, riempiendo il bicchiere non fino all'orlo.

  7. Mescola delicatamente tutti gli ingredienti con un cucchiaino lungo.

  8. Guarnisci con un extra di ghiacchi tritato in cima ed un rametto di menta fresca, (magari anche una rondella di lime essiccata.)

  9. Goditi il tuo Mojito!

Ma quanto costa davvero un Mojito? Scoprilo QUI

Ti è piaciuto questo post?

Lascia un like e condividilo su Facebook con il pulsante in basso!


30 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page