top of page
  • Maurizio Polverini

Guida al Lavoro: Trovare lavoro come barman a Ibiza

Aggiornamento: 13 feb

In questa piccola guida ti spiegherò per filo e per segno come cercare lavoro da bartender a Ibiza, quello che comporta, tutti i suoi pregi e difetti e le varie difficoltà che incontrerai sul percorso (e come superarle).

Ibiza è un sogno, è solo un po' più difficile da raggiungere ma ne varrà davvero la pena.

Siediti, rilassati e leggi questa guida scritta appositamente per te che vuoi trovare lavoro come barman a Ibiza.



trovare lavoro barman ibiza, lavorare bartender ibiza, annunci lavoro ibiza, the bartender app, maurizio polverini
Uno dei più famosi Beach Club di Saint Antony de Portmany, Ibiza


Premessa


Per chi già mi segue su Instagram (se non lo fai, fai male perché spesso pubblico offerte di lavoro importanti) è già al corrente delle mie ultime 3 stagioni estive nella famosa isola spagnola, posso quindi darti un punto di vista più nel dettaglio su tutti i vari pregi e difetti dell'isola, incluso la sfera lavorativa.

Se passi ad Ibiza, vienimi a trovare al Wiki-Woo Hotel, del quale sono oggi il Food&Beverage manager, sarà un piacere conoscerti.

Se invece vuoi saperne un po' più su di me, questa è la mia storia.


Ibiza: l'isola dei sogni per tutti


Come già saprai benissimo, Ibiza è una delle mete di riferimento per milioni di persone da tutto il mondo.

Ogni anno infatti accoglie un numero spropositato di turisti che atterrano sull'isola per le proprie vacanze, attirati principalmente dalle coste e della spiagge da copertina, dalle lunghe giornate in barca alla scoperta delle numerose calette o lasciarsi andare al divertimento sfrenato nei vari beach clubs o locali notturni tra i più famosi del mondo.

Quello che non tutti sanno invece è che Ibiza è in realtà un'isola molto più complessa.


La verità è che quello che traspare dall'esterno è solamente la parte del divertimento e dell'ostentamento del lusso, ma in realtà la peculiarità dell'isola è quella di adattarsi in base alla necessità del pubblico che la sceglie: Ibiza infatti non è solo luogo della perdizione e delle storie instagram di fronte ai dj più famosi al mondo, ma è anche l'isola popolata da una delle comunità hippie più antiche, è l'isola dei luoghi nascosti e dei tramonti mozzafiato.


Trovare lavoro come barman a Ibiza: come iniziare


Nell'immaginario generale la priorità assoluta è quella di trovare lavoro, una volta trovato ci si mette a cercare la casa in base alla zona, corretto?

Purtroppo non in questo caso..anzi non potresti fare errore più grande di quello di iniziare subito ad inviare curriculum senza aver letto questa guida.


Il primo vero passo è sapere che Ibiza è un'isola davvero ospitale ma che è fatta su misura per un particolare segmento di persone: i turisti.

Buona parte degli appartamenti e delle case infatti è destinata soprattutto a loro. Come biasimarli, del resto per una meta così ambita, il turista è spinto a pagare un alloggio ad un prezzo stellare pur di assicurarsi la permanenza sull'isola. Non dimenticarti che ci sono persone che mettono da parte il proprio stipendio per un anno intero pur di passare qualche giorno in questa isola da sogno.

Il turismo quindi non solo riempie hotel, ostelli e Bed&Breakfast, ma anche tutti i vari appartamenti e case che potrebbero essere a disposizione dei lavoratori e che sono invece affittati tramite AirBnb e simili. Ogni stanza è una fonte di reddito che difficilmente i proprietari si lasciano scappare, soprattutto perché in inverno poi la richiesta è praticamente zero; dovranno quindi a massimizzare i guadagni nei mesi estivi.

Per questo motivo, se vuoi trasferirti a ibiza a lavorare, il primo passo è sicuramente quello di trovare casa, a meno che tu non sia così fortunato da trovare un'offerta di lavoro con un alloggio decente (rarissimo).

Ok, ma se poi non trovo lavoro?

Te lo spiego fra poco, continua per ora a leggere..



Dove trovare casa ad Ibiza


Per chi non ci fosse mai stato, deve sapere che Ibiza si divide in tre grandi fazioni, ognuna di queste è un microsistema a parte al cui interno varia notevolmente la qualità della vita, lo stipendio, le mance, i costi di affitto delle case ed in generale la qualità della vita.

Ibiza quindi si divide in tre: la zona italiana, la zona inglese e la zona spagnola.

No, purtroppo non è l'inizio di una barzelletta, ma comunque ti farà un po' sorridere..


  • Ibiza centro, porto - Eivissa (Est dell'isola)


La zona italiana.

Qui infatti vive il 90% della popolazione italiana presente sull'isola. Ovunque ti giri senti parlare italiano, nelle strade, nei locali, nelle spiagge. E' un mix tra turisti e persone che hanno scelto questo angolo di paradiso per vivere, accettandone i pregi ed i difetti.

Per un turista italiano è perfetto, si sente quasi a casa, ma non lo sarà per te che cerchi lavoro come bartender a Ibiza.

Di italiano infatti, oltre che lo stile di vita, sono anche gli stipendi: contratti in nero, non più di 1400/1500 al mese salvo qualche raro caso, mance a zero, orari improponibili e giorni di riposo inesistenti.

L'alloggio? Spesso in casa insieme ad altri 10, sempre che te lo passi l'azienda.

Come in Italia.

Pensaci su, cosa ti aspetteresti da proprietari italiani che vengono ad Ibiza, abituati al lavoro in Italia? Esatto, e ti dirò di più.



La mia personale opinione è quella di allontanarsi il più possibile da questa zona se stai cercando lavoro come barman ad Ibiza, anche se conosco persone che sono state fortunate e hanno trovato la loro giusta dimensione.

L'unica eccezione che mi sento di nominare è la zona di Marina di Botafoch, dove la vicinanza del porto dedicato agli yatch aiuta la scrematura del cliente medio e quindi permette stipendi idealmente più alti.


  • Santa Eulalia, San Josep


Le zone spagnola.

Queste, come altre nelle zone meno turistiche dell'isola, sono le zone in cui il turismo è solo un contorno. Qui troverai locali e strutture aperte tutte l'anno che vivono per la gente che ha scelto deliberatamente di abitare in un posto tranquillo ad Ibiza, spesso proprio originariamente ibizenca o trasferitasi della penisola (la Spagna).

In queste città troverai la media dell'età leggermente più alta, la vita più rilassata e meno frenetica.

A scapito delle frenesia e del turismo c'è da dire che, nonostante i contratti siano più regolari, lo stipendio medio è normale per un bartender che lavora in stagione, si aggira intorno ai 1600/1800, con picchi fino a 2000 nei locali ovviamente più frequentati.

Se cerchi lavoro come bartender a Ibiza, ma vuoi i tuoi tempi e allontanarti dal caos, questa è l'opzione sicuramente più giusta per te.

In arrivo adesso però è la mia preferita..


Continua a leggere...




| Gruppo Offerte Amazon: errori prezzi, offerte lampo e sconti fino al 70%. Clicca qui per entrare nel gruppo Telegram


  • San Antonio de Portmany


La zona inglese.

Questa zona è popolata dal 95% da britannici.

E' una zona costruita e fatta su misura per ciò che il cliente medio inglese cerca: pub gallesi/irlandesi, lunghe vie di piccoli club, cucine tipiche inglese (per esempio che preparano la full english breakfast). Tutto qui è fatto appositamente per ospitare quindi il tipico inglese medio.

La città è molto variegata, ci sono infatti una grande varietà di ristoranti, diversi locali che si affacciano sul mare, sia per un aperitivo diurno che cocktail bar serali. Si contano anche tanti locali di movida e alcune discoteche importanti, come l'Eden e l'Es Paradis o il beach club per eccellenza: l'O Beach.

Di bello nel lavorare in questa zona c'è che l'organizzazione è quella inglese, le aziende hanno lo stampo britannico e sanno come far felice il proprio dipendente: straordinari pagati, orari umani, giorni di riposo esistenti (a volte anche più di 1 a settimana), stipendi alti, bonus sulla produzione e, soprattutto, mance di servizio che sono davvero ciò che non ti aspetti.



Qui un bartender base, il più scarso di tutti, guadagna almeno 1800/2000€ al mese, con tutti i benefici come il TFR, le vacanze retribuite, le malattie incluse.

A seconda del locale poi, lo dico ma tanto non mi crederete finché non sarete venuti qui, lo stipendio totale di un bartender può arrivare anche a 3800/4200€ con le mance e con i bonus di vendita.

Al mese.

E non è nemmeno una cosa strana.

Diciamo che se hai deciso di fare il bartendere ad Ibiza ed hai scelto questa zona, puoi aspettarti uno stipendio medio di circa 2400€ al mese, compreso di mance.

Questa è sicuramente la soluzione che tra tutte ti consiglio.


In base a quanto detto adesso, adesso è il momento di scegliere la zona dove vorrai abitare. Non pensare a cercare lavoro, non ancora..




Come cercare casa a Ibiza


Una volta scelta la zona, ti consiglio queste soluzioni per trovare casa ad Ibiza come lavoratore, ma prima una piccola premessa.

Abbiamo già parlato di quanto sia critica la situazione case/affitti ad Ibiza, una variabile da considerare è il periodo in cui cercarla.

Il periodo migliore va da Novembre a Febbraio: da Marzo in poi infatti sarà quasi impossibile trovarne una decente ad un prezzo che non sia quanto le ciliegie al kilo in estate.


Il mio più grande consiglio poi, è quello di non cercare una casa solo per te: non la troverai. O se la troverai avrà un prezzo stellare. Opta invece per cercare prima i coinquilini: dividere una casa in 3-4 persone è normalità e abbatterà i costi di entrata.

Quando infatti si formalizza il contratto di affitto, molto spesso le agenzie ma anche i privati, chiedono un deposito piuttosto alto da pagare anticipatamente, per evitare che gli inquilini spariscano senza pagare, capita anche che chiedano un paio di mesi di pagamento anticipato.

E' normale. Ibiza purtroppo è piena di scappati di casa.

Ecco i miei suggerimenti:



  • Idealista.com, perfetto ma molto utilizzato, forse anche troppo.

  • Facebook, basterà cercare "Work Ibiza" nella barra di ricerca per trovare appartamenti o, più facile, inquilini.

  • Telegram, uguale a Facebook

  • Milanuncios.com, sito molto utile, si trova di tutto


Idealmente per una camera in un appartamento, il prezzo che mi sento di considerare in linea con l'attuale richiesta di mercato va dai 600 ai 700 euro al mese.

Quello che ti posso dire, è di non abbatterti. Trovare casa ad Ibiza è davvero difficile anche seguendo queste dritte, ma tutto questo sforzo sarà ripagato ampiamente.


Finalmente è l'ora di cercare lavoro...

E invece no. Non è questo il momento giusto e ti spiego il perché.



Importante. Leggi bene, queste prossime righe faranno la differenza.


Immaginati di essere un responsabile di un bar a Ibiza che ha il compito di comporre la squadra per la stagione.

Non dimenticarti che lavorare ad Ibiza è il desiderio di quasi ogni barman al mondo.

Ok, Immaginato?

Adesso immagina la quantità di curriculum che si ricevono tutto l'anno: un'immensità, di tutti i tipi e da tutto il globo.

Da bravo Bar Manager, sarà necessario fare quindi una prima ampia scrematura dei curriculum nel momento in cui si prendono in mano per poi procedere con le chiamate, le interviste e le selezioni, che davvero prendono molto tempo.

Secondo te quali sono i parametri secondo il quale il Bar Manager vada a tenere o scartare i curriculum?

La bravura, l'esperienza, la capacità di relazionarsi con la gente, la patente B? Assolutamente No.


La risposta giusta è: la casa e il NIE (Numero Internazionale Straniero - documento di identificazione obbligatorio per lavorare in Spagna).



Puoi anche essere il miglior barman sul mondo, ma se non ti sei già mosso per la casa e non hai i documenti necessari per lavorare in Spagna, ti sei automaticamente eliminato da solo dalla lista dei possibili bartender.

Calcolando la difficoltà di trovare casa e soprattutto la difficoltà di fare il NIE durante la stagione, un Bar Manager capace non perderà mai tempo con te se non hai già questi campi risolti.

Se per la casa te la puoi un po' giocare, almeno sai cosa cercare, come cercarlo e quando cercarlo, per il NIE bisogna muoversi subito e soprattutto, bisogna menzionarlo sul curriculum.

Come fare il nie per lavorare? Ecco la risposta..



Come fare il NIE per lavorare a Ibiza


Ci sono diversi modi per fare il NIE, puoi cercare anche su Google o su qualsiasi motore di ricerca. Quello che ti consiglio è mandare una mail all'ambasciata spagnola e chiedere info direttamente a loro. Quello che ti risponderanno sarà di compilare un modulo e prenotarti per uno degli appuntamenti per il rilascio del documento.

Gli appuntamenti non sono in Italia purtroppo, ma sono in Spagna, probabilmente a bassa stagione a Valencia, a Palma o a Barcellona. Dovrai infatti prendere un volo per la Spagna per ricevere questo NIE e averlo pronto ben prima dell'inizio della stagione.

Già da Marzo/Aprile infatti le file per ottenerlo iniziano ad essere davvero lunghe e rischi di non fare in tempo.

Facendo così non sarai dipendente da altri e sarai l'unico responsabile del tuo successo (o della tua sconfitta).


Non ci sono scorciatoie. La buona notizie è che finalmente adesso posso indicarti come trovare lavoro come barman a Ibiza.




Trovare lavoro come bartender a Ibiza


Una volta scelta la zona, cercato i coinquilini, trovato casa e ottenuto il NIE, è finalmente arrivato il momento di proporti come barman nei locali da remoto.

Il modo più facile di trovare lavoro come barman ad Ibiza è tramite la mia app The Bartender, scaricabile gratuitamente dagli store Apple e Android.

All'interno dell'app infatti ci sono una moltitudine di offerte lavorative di alta qualità, tra cui Dubai, Svizzera, Inghilterra e ovviamente anche Ibiza.

Non troverai infatti gli annunci classici del tipo "Cerco barman/cameriere 1200€ al mese", "Cerco bartender urgente stasera 80€": l'app si discosta da tutto ciò e propone annunci selezionati di alto profilo volti davvero a cambiare la vita del bartender.


Abbiamo anche una community bartender su Telegram alla quale puoi unirti anche ora, cliccando qui.


Visionati gli annunci e cliccato sull'offerta è il momento di candidarsi.

L'app è gratuita per quanto riguarda il momento della consultazione delle offerte, puoi accedere alle offerte e consultarle in qualsiasi momento.

Purtroppo (per me) l'app ha dei costi davvero alti di gestione e di mantenimento, per questo motivo se decidi di candidarti all'offerta dovrai sottoscrivere un abbonamento dal costo di un caffé al mese.

Se pensi che l'investimento di un caffé al mese sia troppo per accedere ad offerte lavorative così importanti che possono davvero cambiarti la vita, puoi anche smettere di leggere, ma ti auguro comunque un grande in bocca al lupo per la tua carriera.

Ma ci sono altre opzioni come Linkedin e Milanuncios.com



La seconda opzione è quella di contattarmi direttamente su instagram: dopo anni ho stretto molti contatti con figure manageriali e magari posso darti una mano, ma solo se hai completato tutti i passaggi sopra descritti.

Patti chiari amicizia lunga.

Altrimenti perderai tempo tu, perderò tempo io e vedrai svanire una chance concreta di trasferirti sull'isola.


Un altro modo di candidarsi alle offerte è quella di cercare su Google Maps tutti i vari locali nelle zone di interesse e candidarsi direttamente dai loro siti internet o mandando una mail.

Unico difetto per questo metodo, molto spesso si tende ad inviare le mail nel momento sbagliato, ossia quando i recruiting non sono ancora aperti, con l'alto rischio di vedere la propria mail persa per sempre.

Se sei arrivato fino a qui, meriti un premio: la risposta più importante di tutte..



E' facile trovare lavoro come barman (o qualsiasi altro lavoro nell'ambito dell'hospitality) ad Ibiza?


La risposta è sì. Sì, ed un altro sì.

Come hai potuto notare anche tu, l'iter per candidarsi alle offerte lavorative ad Ibiza è lungo, complesso e pieno di difficoltà.

Non è un segreto che l'isola ha sempre e costantemente bisogno di personale, soprattutto nell'ambito dell'hospitality. Chiunque alla fine riesca a spuntarla, a non arrendersi e ad atterrare sull'isola ha poi la strada lavorativa spianata, con il lusso di poter anche scegliere tra il migliore offerente.

In generale, gli stipendi ad Ibiza sono così alti proprio perché è quasi impossibile trovare personale, figuriamoci qualificato.



C'è anche da dire che l'isola va vissuta da lavoratore. Già moltissimi infatti che lavorano ad Ibiza sembrano dimenticarsi di essere qui per lavoro ed esagerano con uso e abuso di tutte le sostanze possibili, rendendosi poco affidabili per un contesto lavorativo, schermati dal fatto che licenziarli è quasi impossibile visto che il rimpiazzo non si troverà mai.

E' proprio per questo motivo che ho creato l'app TeamTime - Registro Presenze. In breve, un'app che tramite scan del QR code del dipendente all'entrata e all'uscita, traccia un database organizzato delle ore lavorate, delle assenze e del conteggio delle ore lavorate automatico mensile.

Se non la usi già, ti consiglio di scaricarla al più presto.



Conclusione


Ci sarebbero ancora molte pagine da scrivere sul lavoro ad Ibiza, ma molti aspetti spero li potrai sperimentare tu stesso una volta qui sull'isola.

Ti ringrazio per il tuo tempo per aver letto questa guida e spero che possa esserti utile per le tue scelte future.

Se ti è piaciuta e pensi che possa esserti utile, il modo migliore per dimostrarmi il tuo apprezzamento è seguire su Instagram sia la mia pagina personale che la pagina di The Bartender, dove vengono pubblicate offerte di lavoro di alto livello che potranno davvero esserti utili.


In bocca al lupo!




Maurizio Polverini

Food & Beverage Manager

Ha lavorato in Inghilterra, Francia, Tenerife ed Ibiza. Docente per 5 anni in un accademia di bartender, poi bar manager di successo con particolare attenzione agli aspetti finanziari ed economici e tutto ciò che include Excel.


251 visualizzazioni0 commenti
bottom of page